L'ottimismo di Fedex sulla ripresa economica del settore industriale

La digitalizzazione dei processi logistici a sostegno del rilancio dei comparti produttivi

Il settore industriale sta recuperando il suo vigore e FeDex è sempre più ottimista sul rilancio dell’economia perché il volume delle spedizioni industriali che sta gestendo in questo periodo è in netta crescita al punto da prevedere l’assunzione di oltre 4000 lavoratori.

Il lockdown imposto dalle amministrazioni governative per contrastare la diffusione della pandemia da COVID-19, ha determinato un significativo calo delle spedizioni tra le aziende (B2B). Tuttavia FeDex, colosso della logistica con sede a Menphis, si è impegnata a mantenere inalterata la piena operatività dei suoi servizi di consegna a domicilio, grazie all’adozione di protocolli di massima sicurezza e prevenzione sanitaria.

La ripresa economica secondo FedEx guardando la Cina

Il presidente di FeDex, Frederick W. Smith, è molto ottimista sulla ripresa delle spedizioni industriali in base alle analisi condotte sulla ripresa economica che la Cina sta vivendo in questo periodo post-Coronavirus. 

Negli ultimi anni il comparto di spedizioni internazionali di FeDex ha subito una crisi prolungata a causa dei complessi e nervosi rapporti commerciali tra Cina e America oltre al rallentamento dell’economia europea. Ma in questi ultimi mesi, l’attività di trasporto merci aerea di FeDex (15/16 voli giornalieri trans-oceanici) è stata impegnata nella spedizione di oltre 17.000 tonnellate di dispositivi medicali grazie alla partnership pubblica-privata Project Airbridge, sviluppando e consolidando una struttura organizzativa e logistica in grado di affrontare la ripresa economica che viene prevista tra circa 18 mesi.

Smart-working, shop-online e lo stress operativo dei corrieri espresso

Ulteriori analisi che rafforzano le previsioni di ripresa economica, sono condotte sui servizi di consegna a domicilio di prodotti primari o essenziali: la costrizione a dover lavorare da casa in modalità smart-working ha avuto, come immediato risvolto, l’impennata degli acquisti online e di conseguenza un incremento dei servizi di homedelivery di prodotti alimentari, medicinali e tutto quello che è stato possibile spedire, mettendo a dura prova e sottoponendo a forti stress operativi i centri logistici, oltre che FeDex, anche quelli di altri grossi corrieri espresso quali UPS, TNT, GLS, SDA-PosteItaliane, BRT o di piattaforme marketplace come Amazon.

Previsioni di assunzioni in FeDex

Sulla questa base di questi presupposti, l’ottimismo di FeDex è tangibile anche grazie alle dichiarazioni fatte dal presidente di Fedex Smith di prevedere, per i prossimi mesi, l’assunzione di oltre 4000 lavoratori  per far fronte agli stravolgimenti a cui il settore logistico sarà sottoposto.

Cookie Policy
Privacy Policy